logo2
  • Segnapostoslide1
  • Slide2
  • Slide3
  • Slide4

Sabato 14 luglio 2018, è entrato in vigore il decreto legge 87/2018 “Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”.

Le principali novità introdotte in ambito lavorativo, relative alla disciplina del contratto a tempo determinato, prevedono:

Contratto a tempo determinato:

 Modificato il limite massimo di durata che si riduce da 36 mesi a 24 mesi;

 Modificato il numero delle proroghe/rinnovi che da 5 si riduce a 4;

 Introduzione della “causale” per proroghe e rinnovi al superamento dei 12 mesi. E’ possibile instaurare un primo rapporto a tempo determinato della durata inferiore a 12 mesi senza specificare alcuna causale. Di seguito le condizioni necessarie (“causali”) per proroga/rinnovo:

- Esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività, ovvero esigenze sostitutive di altri lavoratori;

- Esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria.

 Introduzione di un contributo aggiuntivo dello 0.50% per ciascun rinnovo;

Fanno eccezione i contratti a tempo determinato per attività stagionali che possono essere rinnovati o prorogati anche in assenza delle suddette “causali”.

Ultime news

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3